Qualche dritta per chi cerca lavoro con Linkedin

DiAnna Martini

Qualche dritta per chi cerca lavoro con Linkedin

Nei giorni scorsi ho postato su linkedin una discussione circa la reale utilità di linkedin nel trovare lavoro che mi ha dato lo stimolo per approfondire con un post l’argomento.

Linkedin oggi è un potente strumento di network, senza dubbio! va quindi sfruttato nella ricerca del lavoro, ma come?

Pochi semplici consigli per chi cerca lavoro

-profilo completo con descrizione dei ruoli e segnalazioni di ex colleghi ed ex clienti

-foto adeguata al ruolo (no stranezze, no atteggiamenti interpretabili) un sorriso non guasterebbe!

-se inviate dei CV, devono essere coerenti con linkedin (no sul CV: impiegato amministrativo e su linkedin: gestivo un team di persone!)

-accanto al nome, in alto, inserite una  frase che racchiuda al meglio la vostra professione, ma che sia interpretabile da tutti, non solo a chi parla il vostro “aziendalese“, parlate di ruolo ma anche di settori se importanti.

-non lasciate buchi di anni se potete e se non ne avete! (alle volte basta una svista… cosa veramente brutta da dover giustificare)

-collegate altre pagine e altri account, tipo blog, siti vari o twitter, se e solo se  sono coerenti con la vostra professione o con l’immagine che volete dare a chi vi leggerà.

-ponetevi un obiettivo di contatti settimanali, da aggiungere e con i quali confrontarvi

-se entrate in contatto, attraverso altre vie, con persone, aziende e società di selezione, cercate le persone e aggiungetele!

ricordo Tommaso che mi ha insegnato: se non lo ricontatti è come se non lo avessi mai conosciuto! TNX Tommaso:)

ancora due consigli

Primo: ampliate la rete con Head Hunter, HR, Selezionatori!

come? inserendo come filtro di ricerca proprio queste parole chiave e chiedendo il contatto con un breve messaggio personalizzato.

Ringraziate quando accettano il link dando una breve descrizione di voi, chiara, incisiva e che in 10 righe riassuma di voi: sapere, saper fare e saper essere (qui forse ci vorrebbe un altro post, non mancherò!)

Secondo: coltivate il network giornalmente interagendo e integrando i contatti.

lo scopo finale? Farsi scegliere, scegliendo! Ovvio!

a presto

Share This:

Info sull'autore

Anna Martini administrator

13 Commenti finora

GabrielePubblicato il9:32 am - Ott 12, 2011

Sono molto d’accordo.

Brava Anna.

Aggiungo che , spesso capita che il CV che invii ad alcuni HR non sia completamente identico a quello scaricato/stampato da Linkedin. ( non so esattamente cosa accada quando uno stampa il cv da linkedin,ma ho notato più volte delle piccole discordanze soprattutto nelle date…?!?!?! )
A presto
Gabriele

Enrico FranchiniPubblicato il9:55 am - Ott 12, 2011

molto semplice, molto vero e molto utile. Grazie !!

Raffaele PiliPubblicato il5:34 pm - Ott 24, 2011

Grazie per queste dritte, le mettero’ in atto. Sono molto utili.
Raffaele Pili

vincenzo scaranoPubblicato il11:40 am - Dic 7, 2011

prima o poi dovrò incominciare ad usare questo benedetto linkedin in modo serio…intanto metto in nota questo utilissimo post! 😉 già è un’inizio…thank’s!

    Anna MartiniPubblicato il11:45 am - Dic 7, 2011

    Bravo @Vincenzo! faresti bene, anche perchè il tuo settore di appartenenza (ti ho visto su Linkedin) ha delle casistiche interessanti sul Personal Branding … A presto 😉

williamPubblicato il1:05 am - Dic 10, 2011

Si. Sintetico. Cortetto. Chi è predisposto capisce anche le ragioni.

LinkedIN: il magico mondo dei biglietti da visita viventi! | Lavori in corsaPubblicato il12:02 pm - Feb 15, 2012

[…] Cercare lavoro con LinkedIn va bene, ma l’ottica giusta è quella di farsi trovare, un approfondimento scritto da Anna potete leggerlo qui. […]

renatoPubblicato il2:00 pm - Mag 15, 2012

Ciao Anna, mi consiglieresti qualche libro (anche in inglese) di personal branding? Saluti!

    Anna MartiniPubblicato il4:55 pm - Mag 21, 2012

    Ciao @Renato, scusa il ritardo! Ti suggerisco senza dubbio “Personal Branding. L’arte di promuovere e vendere se stessi online” di Luigi Centenaro e Tommaso Sorchiotti e anche “La mucca viola” di Seth Godin [per cominciare :)] fammi sapere!

Commenta