Archivio dei tag

DiAnna Martini

Le 3 buste

Rifletto spesso sul cambiamento, sul come affrontarlo, come viverlo e come riconoscerlo.

Qualche giorno fa un collega, nell’ambito di un percorso di Outplacement o Career Transition, parlava con un Manager dei diversi atteggiamenti possibili per contrastare il cambiamento, anzi proprio per contrastare l’effetto negativo che può portare il “non saperlo riconoscere” e ha raccontato una piccola storia, una metafora che vorrei condividere con voi.

la Storia

Il nuovo Direttore Generale, giovane e  fresco di promozione deve affiancare il “vecchio” collega per un cordiale passaggio di consegne sulla gestione dell’azienda e il secondo, dopo pochi preamboli lo liquida dicendogli  “ti faccio un regalo prezioso: ti lascio tre buste numerate, aprile, in ordine, ogni volta che dovrai gestire una crisi, è il miglior regalo e passaggio di consegne che potrei farti!”

Passa il tempo e, dopo un anno circa, la prima crisi arriva e il giovane Direttore Generale, non sapendo che strada scegliere per risollevare la situazione si ricorda delle buste e apre la prima e legge “ACCENTRA” …. e così fece, tagliò, accentrò, ridusse, contrasse e per un altro anno e mezzo le cose migliorarono, fino alla seconda crisi e alla seconda busta … con scritto “DECENTRA” … e così fece assunse, si espanse, incrementò e le cose si ristabilizzarono per un altro anno e mezzo …quando dovette ricorrere alla terza ed ultima busta dove lesse “PREPARA LE TRE BUSTE”.

Il vecchio saggio Direttore Generale uscente aveva saputo consigliare il suo nuovo sostituto nel affrontare il cambiamento con anticipo, prevenirlo, senza doverlo subire, ma … forse scegliendolo.

altre riflessioni

Proprio qualche giorno fa, durante una riunione, ci è stato detto: se viaggi sul treno del cambiamento ti accorgerai meno di viverlo, non ne avvertirai troppo l’impatto, perchè ci sarai già sopra, lo starai già affrontando e lo avrai già accettato e metabolizzato.

Credo che in un mondo in evoluzione, dove il lavoro sta davvero cambiando i confini e gli schemi delle persone, non ci si possa davvero permettere di subire un cambiamento, ma diventa necessario farne virtù e utilizzarlo per crescere ed evolversi ulteriormente, usarlo per scegliere ancora una volta la nostra direzione.

Vi saluto, a presto

Anna

Share This: