Archivio dei tag

DiAnna Martini

Profilo LinkedIn come strumento di Personal Branding

Prosegue il calendario dei miei 6 post per BigJump dedicati a LinkedIn:

dopo aver approfondito l’utilizzo dei Gruppi e scandagliato gli Errori più comuni da evitare,  oggi parliamo del Profilo Linkedin personale e delle molteplici opportunità che questo ci offre per migliorare il nostro Personal Branding.

Affronteremo poi con altri post gli Endorsement e le Segnalazioni, la gestione degli Updates e la Company Page  … seguitemi 🙂

Ecco il post dedicato al Profilo come strumento di Personal Branding

PS se non siamo connessi qui il mio profilo ma mi raccomando leggete bene le mie indicazioni nel post prima!

buona lettura, a presto Anna

Share This:

DiAnna Martini

Gruppi LinkedIn

Oggi vorrei dedicare un post per parlare dei Gruppi LinkedIn un’opportunità che, a mio avviso, è ancora spesso poco sfruttata sia dalle persone che dalle aziende.

LinkedIn, se viene utilizzato come mera condivisione del proprio CV2.0, potrebbe risultare poco interattivo. La vera attività di networking sta dietro ad una strategia che comprenda un utilizzo efficace dei gruppi e una attenta e coerente condivisione di aggiornamenti.

Continua a leggere qui il post

A presto

Anna

Share This:

DiAnna Martini

Social Network e Job Search

In questo post affronto il problema del Social Recruiting e della Web Reputation, due mondi  ancora ahimè abbastanza lontani … si evidenzia, infatti, come la maggior parte dei selezionatori “Googlano” i nomi dei candidati  mentre solo una ridotta percentuale  di questi dichiara di averlo fatto almeno una volta con l’ovvia conclusione che la maggior parte dei candidati cerca si lavoro, ma è ignara di cosa sia immediatamente associato al proprio nome on line.

Mi piace però ricordare che il Personal Branding lo hanno tutti, che lo curino o meno, e sempre di più la nostra immagine arriva ai selezionatori ancora prima di noi stessi (quantomeno prima di quando potremo davvero sederci davanti a loro), vi ricordate questo post?

Ovvietà

  • se cerco su google un nome e trovo informazioni coerenti l’immagine del candidato è rafforzata
  • se trovo informazioni non coerenti l’immagine è danneggiata
  • se non trovo nulla? cosa ne dite? Io passerei oltre … oggi risparmiare tempo è una priorità per tutti credo, voi ci state lavorando?

A presto

Anna

Share This:

DiAnna Martini

HR e Social Network, un nuovo paradigma

reputation-management-head

Le aziende sono fatte di persone e le persone fanno le strategie delle aziende, cerchiamo di capire come e quanto, le azioni delle prime condizionano e impattano sui risultati delle seconde.

continua a leggere qui il mio post su BigJump,

buona lettura, a presto

Anna

Share This:

DiAnna Martini

Dirlo attraverso una Segnalazione: anche questo è Personal Branding!

Non più tardi di sabato scorso, durante  lo Speech Googliamoci – Digital for Job, la parte del Digital Festival dedicata al lavoro, ho espresso la mia personale opinione sulle segnalazioni …

Cosa sono?

Solo per chi non lo sapesse, le segnalazioni sono dei commenti che si scrivono e si ricevono su di noi e sulla nostra professionalità;  in pratica è come se qualcuno dicesse qualcosa su di noi a tutta la rete linkedin.

Si possono chiedere o ricevere in maniera spontanea e appariranno poi sul nostro profilo legate all’esperienza di lavoro alla quale sono riferite.

Personal Branding e non autoreferenzialismo

Se per il nostro Personal Branding è fondamentale l’idea, l’opinione e l’immagine che generiamo negli altri, allo stesso modo, per generare anche la fiducia necessaria verso le informazioni che trovano su di noi, è importante che non ci sia autoreferenzialismo: non possiamo essere noi a sventolare ai quattro venti i nostri successi, la nostra bravura o il valore delle nostre competenze, dobbiamo fare in modo che gli altri lo dicano … 

OK … ma come fare allora?

Diffondendo le giuste informazioni, eticamente, quelle vere, quei successi che è giusto che si sappiano … partendo da ciò che di migliore abbiamo fatto!

Sarebbe bello se le segnalazioni ci arrivassero senza essere richieste, è logico ma, senza stravolgerne l’utilizzo o forzandone il senso, ci possiamo serenamente concedere il lusso chi chiederle proprio a coloro che sappiamo hanno da dire qualcosa su di noi! Per esempio quando ricevo delle belle mail di complimento oppure ho concluso un percorso di carriera con qualcuno che mi scrive per ringraziarmi mi capita di chiedere loro di “Trasformarlo in una segnalazione” , lo trovo giusto e utile per il mio Personal Branding, cosa ne pensate?

P.S.

Qualche volta comunque capita di ricevere segnalazioni senza chiederle … io, per prima, do il buon esempio e lo faccio!

Qui ad esempio ne ho scritta una per Luca Chichi perchè oltre a meritarsela al 200% è davvero un bel esempio di come si può “dare forma” al nostro personal branding

Immagine

 

Luca infatti usa la quotidianità e gli oggetti di tutti i giorni ricAMANDO con fantasia e intraprendenza! guardate cosa ha fatto per me 🙂

IMG_20130327_163050

Vi suggerisco di farvi un bel giro sul suo sito Tag Your TShirt per Farvi Scegliere, Potendo Scegliere!

A presto

Anna

Share This: